Gianluigi Buffon: "Ho ancora un'enorme passione"


Poco prima di Natale abbiamo avuto modo di incontrare Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della Nazionale Italiana, uno dei migliori, se non il migliore, portiere della storia del calcio. La 38enne leggenda vivente del nostro ruolo, si è dimostrata di grande cordialità e simpatia, un vero campione a 360°.
Grazie a Puma Football per questa opportunità!

KEEPERsport:
"Ciao Gigi. Innanzitutto grazie mille per la tua disponibilità, siamo estremamente orgogliosi di poterti intervistare in esclusiva. Da sempre sei uno degli sportivi piu' amati e apprezzati da tutti: tifosi, avversari, fans, colleghi. Qual è il segreto per essere sempre cosi' positivamente valutato e amato da tutti?"

Gianluigi Buffon:
"Il segreto è probabilmente quello di non avere segreti. La base di tutto è aver ricevuto un talento per questo ruolo, che mi ha permesso di poter realizzare i miei sogni e di percorrere una via che fin da ragazzino mi ha dato sempre grande gioia. Nel corso degli anni, poi, sono maturato e migliorato come persona, come atleta, nella personalità e nei comportamenti. Il calcio mi ha reso sicuramente una persona migliore".

KEEPERsport:

"...godi anche di una stima enorme tra tutti i tuoi colleghi."

Gianluigi Buffon:
"Questo mi rende estremamente orgoglioso. Essere stimato dai colleghi e dai tifosi è motivo di grande soddisfazione, oltre che rafforzare la fiducia in se stessi, in quello che si fa e come lo si fa."

PUMA FOOTBALL

POWERED BY

KEEPERsport:
"Giochi da molti anni ormai con i guanti della ditta PUMA. La cosa che colpisce è che sei sempre rimasto fedele al primo modello utilizzato, non hai mai cambiato stile o materiali. Cosa c'è dietro questa scelta?"

Gianluigi Buffon:
"Hai ragione, nel corso degli anni i miei guanti e i materiali utilizzati sono sempre rimasti gli stessi. È difficile da dire se sia stata una scelta vincente o se avrei potuto evolvermi anche nei materiali utilizzati. Credo che quando un portiere arriva ad alto livello, sente familiarità e fiducia nei prodotti che usa, puo' concentrarsi sul lavoro senza dover per forza cercare le ultime novità in termini di guanti e lattici. Non sempre le novità sono sintomo di migliorie evidenti. Sono molto soddisfatto dei miei prodotti Puma. Un guanto migliore non necessariamente ti fa parare in modo migliore."

KEEPERsport:
"Come reputi il livello dei guanti da portiere al momento? Soprattutto considerando che i nuovi palloni tendono a essere sempre piu' complicati da trattenere per un portiere."

Gianluigi Buffon:
"Quando sono in porta, so che posso fidarmi al 110% sui miei guanti Puma. Nella mia carriera, i materiali utilizzati non hanno mai rappresentato un problema per le mie prestazioni. Sicuramente rivestono un ruolo importante, ma non decisivo. Quello che conta è l'atleta, l'allenamento, la voglia di migliorarsi e di lavorare, la personalità in gara. Queste cose sono determinanti per la prestazione. Sicuramente nel voler raggiungere il piu' alto livello possibile, ho a volte suggerito delle indicazioni, delle migliorie per i guanti e le scarpe, per fare sempre un passo in avanti. Al momento devo dire che, per quanto riguarda Puma, i prodotti da portiere sono realmente al massimo livello."

KEEPERsport:
"PUMA ha negli ultimi tempi realizzato una linea "Tricks", con guanti e scarpe di colori diversi. Non ritieni che sia una scelta azzardata, essendo difficile identificarsi con dei prodotti cosi' sgargianti?"

Gianluigi Buffon (ride):
"Direi che dipende molto dall'età dei portieri. Per un giovane puo' essere divertente utilizzare guanti e scarpe cosi stravaganti. Io sicuramente ormai appartengo alla vecchia scuola, quindi preferisco uno stile piu' sobrio. Ma non ci vedo nulla di male, anzi, per un giovane puo' aiutare a prendere il proprio mestiere ancora con piu' divertimento e gioia."

KEEPERsport:
"Ormai sei un portiere che gioca ai massimi livelli da una vita. Come la mettiamo con i dolori quando ti svegli al mattino?"

Gianluigi Buffon:
"Diciamo cosi', il giorno che non sentiro' alcun dolore al risveglio, vuol dire che non saro' piu' uno sportivo in attività! (ride). Scherzi a parte, gli anni passano, i dolori ci sono, inutile negarlo. Ma con l'esperienza aumenta anche la capacità di ascoltare il proprio corpo, i segnali che manda. Bisogna gestirsi, lavorare molto sulla qualità e non necessariamente sulla quantità. Ma nonostante tutto, questo lavoro è prima di tutto la mia grande passione, e quindi sono ben felice di sopportare i dolori del mestiere."

KEEPERsport:
"Gigi, ti ringraziamo con tutto il cuore della tua disponibilità, e ti auguriamo il meglio per la stagione a venire!"

PUMA FOOTBALL

powered by